Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

EMERGENZA CORONAVIRUS COVID-19 - TUTTI GLI APPROFONDIMENTI

Data:

15/07/2021


EMERGENZA CORONAVIRUS COVID-19 - TUTTI GLI APPROFONDIMENTI

EMERGENZA CORONAVIRUS COVID-19 - TUTTI GLI APPROFONDIMENTI

NOTA FARNESINA - Emergenza sanitaria COVID-19: raccomandazioni viaggi all'estero

Domande frequenti in merito a casi di positivita' o contatti con soggetti positivi al Covid-19 a Malta

1. Qual è il protocollo sanitario seguito in caso di positività/contatto con individui positivi?

In caso di tampone positivo o contatto con individui positivi, le Autorità maltesi impongono un periodo di 14 giorni di isolamento fiduciario (quarantena) nella struttura in cui si risiede al momento della comunicazione (se consentito) oppure in strutture selezionate dalle Autorità sanitarie locali. Si tratta di Protocolli adottati dalla maggior parte degli Stati membri UE.

2. Sono consentiti spostamenti durante la quarantena?
No. Gli eventuali spostamenti e trasferimenti tra strutture sono gestiti dalle Autorità sanitarie locali, che si mettono in contatto – via telefono o e-mail - direttamente con gli interessati dai provvedimenti e/o con le relative strutture.

3. Quali sono i rischi connessi ad uno spostamento non autorizzato dalle Autorità sanitarie?
Le Autorità sanitarie e di Polizia maltesi esercitano controlli sull’attuazione della quarantena. Per ogni infrazione sono previste sanzioni pecuniarie di 3000 euro, nonché possibili procedimenti penali per messa in pericolo della salute pubblica. Particolarmente attenzionati appaiono i soggetti negativi, contatti di positivi, in quanto potenziali incubatori del virus COVID19.

4. Vi sono dei costi da sostenere per il periodo di quarantena?
In ragione delle possibili evoluzioni della situazione epidemiologica nell’Arcipelago, si consiglia di sottoscrivere una assicurazione sanitaria, che possa attivarsi per coprire eventuali costi che le Autorità maltesi potrebbero addebitare all’interessato da provvedimenti di quarantena.

5. Quanti giorni di quarantena sono previsti per coloro che non sviluppano alcun tipo di sintomo, ma che sono stati a contatto con i positivi?
Le Autorità sanitarie impongono una quarantena obbligatoria della durata di quattordici (14) giorni per tutti i casi positivi e i contatti diretti con individui positivi, riservandosi di valutare, caso per caso, il grado di intensità del contatto.

6. Cosa avviene in caso di contatti con soli negativi che, a loro volta, hanno avuto contatti diretti con positivi?
Ad oggi non sono previste eccezioni. Sulla base di valutazioni caso per caso, come già indicato al punto 5, le Autorità locali possono applicare una “logica di focolaio”, che estende le misure anche a individui “impacted”. Per quanto concerne i gruppi, a seguito della segnalazione di un caso di positività le predette Autorità possono provvedere, sempre caso per caso, a tutte le attività di tracciamento dei contatti e alla notifica delle misure di isolamento fiduciario.

7. Esistono hotel dedicati per coloro che sono in quarantena?
Le Autorità sanitarie maltesi hanno adibito il Corinthia Marina Hotel quale COVID hotel. Tale struttura al momento prevede un servizio di prima colazione, incluso nella tariffa calmierata di 100 euro a notte per persona. Non è da escludere che, in presenza di un incremento di casi/contatti, le Autorità sanitarie locali possano attivare ulteriori strutture COVID19.

8. Cosa devo fare al termine della quarantena?
Al termine dei quattordici giorni di quarantena, in assenza di sintomi e di contatti con individui positivi, si potra' circolare liberamente sul territorio maltese. 

9. Quanti tamponi devono essere effettuati e a quale intervallo di tempo per poter rientrare in Italia?
Dopo il primo tampone, le Autorità sanitarie non prevedono un secondo tampone da eseguire al termine della quarantena. 

10. Cosa succede se, al termine dei 14 giorni di quarantena, sono ancora positivo?
Le Autorità sanitarie locali si riservano di estendere, a loro discrezionalità, il periodo di isolamento fiduciario.

11. Quali sono i numeri e i contatti utili, per avere informazioni sull’assistenza logistica e medica?
Per questioni di logistica e alloggio per la quarantena, la Malta Tourism Authority ha attivato il numero telefonico: +356 21692447.
Si conferma la possibilità, per tutti i casi positivi e i contatti diretti di individui positivi in quarantena, di utilizzare le principali applicazioni (ad esempio i servizi a domicilio locali Bolt oppure Wolt) per l’acquisto e la consegna di cibo e beni di prima necessità.
Per l’acquisto di farmaci generici, si può altresì accedere ai servizi messi a disposizione da diverse farmacie online operative a Malta.
Per poter interloquire direttamente con le Autorità sanitarie maltesi, anche sugli esiti dei tamponi, si potranno utilizzare l’indirizzo e-mail: covid19.results@gov.mt, il numero di telefono locale 145 o, per chi chiama dall’Italia, la COVID Help Line, disponibile al numero +356 21324086. Altri numeri utili per interloquire con le Autorità sanitarie maltesi sono: +356 21222444 oppure +356 21231231.

12. C’è la possibilità di una riduzione della quarantena (dagli attuali 14 a 10-7 giorni)?
Al momento ciò non è consentito.

13. In che modalita' viene attesta la positivita' Covid-19? 
Le Autorità maltesi accertano la positività/contatto in presenza di un tampone molecolare/PCR o antigenico/rapido. 

14. Chi si occupa di andare a prendere le persone che devono essere trasferiti ai Covid hotel? Occorre prenotarsi via e-mail o telefonare? Si riceve una notifica via mail o telefono?
Ogni comunicazione in merito a positività/contatti sono trasmessi dalle Autorità sanitarie maltesi direttamente agli interessati, ai responsabili delle agenzie di viaggio/tour operator e/o responsabili delle strutture in cui gli interessati sono alloggiati. Tutte le informazioni sono contenute nella notification letter trasmessa dalle autorita' maltesi. 

15. Il trattamento della casistica COVID degli italiani a Malta si differenzia da quello previsto per cittadini maltesi sul suolo italiano?
Le normative e i protocolli operativi a Malta sono in larghissima misura coincidenti con quanto adottato dall’Italia e da diversi Stati membri UE.

16. È possibile effettuare la quarantena in Italia?
Ciò è stato escluso esplicitamente dalle Autorità sanitarie maltesi, anche alla luce del fatto che, ove soggetti a misure di isolamento, non è possibile spostarsi con nessun mezzo, pubblico o privato.

17. È possibile ricevere visite mediche in quarantena?
In questa fase le Autorità consentono solo contatti telefonici ai numeri sopraindicati. In presenza di sintomatologia grave, è possibile richiedere una ospedalizzazione presso le strutture sanitarie maltesi.

18. È consigliabile recarsi a Malta?
Per ogni aggiornamento sugli sviluppi della pandemia registrati nell’Arcipelago, si invita come sempre a consultare, oltre al sito dell’Ambasciata d’Italia a Malta, il sito dell’Unità di Crisi del Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale (viaggiaresicuri.it) nonché il sito ad hoc messo a disposizione dalle Autorità maltesi (visitmalta.com). È necessario che chi si reca all’estero sia consapevole, in caso di positività o contatto con un positivo, che potrà essere soggetto a misure di quarantena, con i possibili costi che ne derivano.

Per chi arriva a Malta dall’Italia VIAGGIARE SICURI

Informativa COVID-Malta (14 luglio 2021)

Il 14 luglio segna l’entrata in vigore di una nuova normativa ( L.N.299 del 2021; L.N. 300 del 2021; L.N. 301 del 2021) che consente l’ingresso a Malta dai Paesi inseriti in lista Ambra su condizione delle seguenti disposizioni:

1) La presentazione di un certificato EU Covid-19 che attesti il completamento, da almeno 14 giorni, del ciclo vaccinale contro il Covid-19 che comprende entrambi le dosi di vaccino o la monodose di Johnson & Johnson. I connazionali che hanno contratto il Covid-19 ed hanno ricevuto una sola dose di vaccino (pertanto per l’Italia sarebbe un ciclo completo) saranno obbligati a mettersi in quarantena per 14 giorni al loro arrivo a Malta.

2) La presentazione di un test PCR negativo svolto entro le 72 ore antecedenti l'ingresso nel territorio maltese e l’obbligo di quarantena di 14 giorni per coloro che non sono in possesso del certificato EU Covid-19 in un albergo indicato dalle Autorita’ sanitarie maltesi. Le spese del vitto (100 euro a notte inclusa la colazione) saranno a carico dell’interessato. I residenti a Malta possono fare la quarantena nella propria abitazione se autorizzato dalle Autorita' sanitarie maltesi mentre i non-residenti dovranno fare la quarantena in un albergo indicato dalle autorita' maltesi. 

3) Le persone che non possono essere vaccinate per ragioni di salute e i bambini da 5 a 11 anni non devono essere in possesso di un certificato EU Covid-19 ma dovranno presentare un test PCR negativo svolto entro le 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio maltese.

4) I residenti a Malta di cui il loro rientro era gia’ stato programmato prima dell’entrata in vigore di questa normativa non devono essere in possesso di un certificate EU Covid-19 ma dovranno presentare un test PCR negative svolto entro le 72 ore precedenti all’ingresso sul territorio maltese.

5) I bambini sotto i cinque anni sono esenti dall’obbligo di essere in possesso di un certificato EU Covid-19 o un test PCR negativo. I minori non accompagnati non potranno entrare nel Paese.

6) La spesa di un tampone PCR svolto dalle autorita' sanitarie maltesi e' a carico dell'interessato e ammonta a 120 euro per tampone.

Tutte gli aggiornamenti sul sito maltese: https://www.visitmalta.com/it/ e per tutte le linee guida del Ministero della Salute maltese clicca qui.

____________________ 

Informativa COVID-Malta (9 luglio 2021)

Negli ultimi giorni a Malta si è registrato un incremento di casi di contagio da Covid-19, soprattutto tra giovani studenti che partecipano a corsi di lingua inglese nell’Arcipelago.

L’Ambasciata, in raccordo con le competenti Autorità maltesi, sta seguendo i casi nei quali sono coinvolti cittadini italiani. Il Personale della Sede, compatibilmente con le restrizioni di carattere sanitario, si sta recando presso le Strutture dove sono ospitati i gruppi più numerosi di connazionali, per assicurare che il trattamento risponda agli standard concordati in occasione dell’acquisto del pacchetto. Secondo il Ministero della Salute maltese sono attualmente 9 i focolai presso altrettante scuole di lingua inglese.

A seguito di quanto appreso da fonti ufficiali (https://www.maltairport.com/covid19/arrival/#TB), il Ministero della Salute maltese ha indicato che, a partire dal 14 luglio 2021, potranno recarsi a Malta esclusivamente i possessori di certificato EU COVID-19 che attesti il completamento, da almeno 14 giorni, del ciclo vaccinale contro il COVID19.

A differenza della normativa attualmente in vigore, non sarà più possibile da tale data accedere all’Arcipelago maltese esibendo il risultato negativo del test PCR.

I minori non accompagnati non potranno entrare nel Paese. I bambini tra i 5 e i 12 anni accompagnati dai genitori dovranno presentare un test PCR negativo svolto entro le 72 ore precedenti all’ingresso sul territorio maltese.

Si ricorda che, se una persona è imbarcata senza un certificato che attesti il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni, l'ingresso nel territorio maltese sarà rifiutato.

Qualora si fosse in possesso di una carta d'identità residente maltese o si fosse completato il ciclo vaccinale a Malta, dopo 14 giorni dall'ultima dose potrà essere richiesto il certificato di vaccinazione maltese, reperibile al portale: https://certifikatvaccin.gov.mt/Home/ 

Quanto ai cittadini maltesi non vaccinati, a seguito dell’autorizzazione all’ingresso da parte della Autorità sanitarie maltesi, da richiedere all’indirizzo email covid19.vetting@gov.mt, dovranno essere messi in quarantena al loro ritorno in Patria.

Si ricorda che ogni viaggiatore che accede a Malta via aereo/mare è tenuto a portare con sé un modulo di dichiarazione di viaggio e un modulo di localizzazione passeggeri, che deve essere consegnato alle Autorità maltesi all’arrivo sul territorio maltese.

Si attende l’ufficializzazione sui siti istituzionali maltesi di tali modifiche normative, attualmente annunciate nel corso di una conferenza stampa tenuta dal Ministro della Sanità nella serata di venerdì 9 luglio.

Tutti gli aggiornamenti sulle misure anti Covid-19 in vigore a Malta sono consultabili, oltre che sul sito internet dell’Ambasciata e alla pagina viaggiaresicuri.it, presso il sito maltese: https://www.visitmalta.com/en/covid-19/ 

Considerata l’evolversi della situazione epidemiologica in Europa e nel mondo, si raccomanda adeguata prudenza nella pianificazione e nello svolgimento di viaggi all’estero.

Si fa altresì presente che, stante la difficoltà di prevedere l’andamento ulteriore della pandemia, sono ipotizzabili future ulteriori restrizioni agli spostamenti da/per le isole maltesi.

Si invita infine a segnalare – all’indirizzo e-mail: consolare.lavalletta@esteri.it laddove se ne venisse a diretta conoscenza - eventuali nuovi casi di contagio sopravvenuti nell’Arcipelago.

—————————

A partire dal 1 luglio 2021, per i viaggiatori sopra ai 12 anni saranno accettati a Malta il certificato digitale COVID UE e il certificato di vaccinazione del Regno Unito.

Ad oggi, se hai risieduto nel/i Paese/i inseriti in lista Ambra per un minimo di 14 giorni (inclusa l’Italia), per viaggiare a Malta sono necessari questi documenti:

1) una dichiarazione di viaggio per la salute pubblica e un modulo di localizzazione dei passeggeri compilati (PLF – link per il download: https://www.maltairport.com/declarationforms/ ). Si segnala che sono attivi sistemi per la verifica della provenienza dei passeggeri in arrivo a Malta, per cui una falsa dichiarazione è perseguibile a livello penale.

2) Il certificato Verde COVID (EU Green Digital Certificate), che attesti il completamento del prescritto ciclo vaccinale da almeno quattordici (14) giorni prima dell’ingresso a Malta o il certificato di vaccinazione ufficiale rilasciato dalle Autorità maltesi. Il certificato è richiesto per gli adulti da 12 anni in su;

oppure, alternativamente,

un risultato negativo del test RT-PCR nasofaringeo effettuato entro 72 ore dall’ingresso a Malta (dai 5 anni in su)

In quanto non accettati dalle autorita' sanitarie locali, i seguenti documenti NON SONO VALIDI per l’ingresso a Malta:

- Il certificato digitale UE generato a seguito della guarigione dal COVID;
- Il certificato vaccinale digitale UE che mostri una sola dose, irrilevante se sia dopo la guarigione dal COVID oppure no;
- Un tampone negativo antigenico rapido - anziché un tampone molecolare PCR - che sia a sotto forma di Certificato UE oppure no.
- Certificati di vaccinazione scritti a mano su carta o cartoncino.

I minori di età compresa tra 5 e 11 anni possono viaggiare se accompagnati da un genitore o da un tutore legale in possesso dei requisiti di cui sopra, a condizione che ogni minore possegga un TAMPONE PCR nasofaringeo negativo effettuato entro 72 ore dall’ingresso a Malta.

I BAMBINI SOTTO I 5 ANNI NON DEVONO EFFETTUARE TAMPONI.

Tutti i documenti devono essere presentati al vettore (via aerea o via mare) di viaggio. SI SEGNALA CHE LA MANCATA PRESENTAZIONE DI TALE DOCUMENTAZIONE PUO’ COMPORTARE IL NEGATO IMBARCO. I documenti devono essere consegnati dal passeggero al personale medico/sanitario all'arrivo all'aeroporto internazionale di Malta o ai terminal del porto marittimo.

Qualora all'arrivo a Malta, un passeggero (di età pari o superiore a 5 anni) non fosse in possesso di un risultato RT-PCR nasofaringeo negativo o di un certificato di vaccinazione maltese o di un certificato digitale COVID UE, il passeggero sarà soggetto ad un tampone RT-PCR nasofaringeo obbligatorio a suo carico (Euro 120) e/o quarantena obbligatoria A SUE SPESE (non inferiore Euro 100 a notte) in una struttura designata dalle Autorità maltesi fino a quando non viene emesso un risultato negativo del test. In caso di un risultato positivo del tampone RT-PCR o per gli arrivi da paesi in lista rossa senza l'autorizzazione richiesta o certificato di vaccinazione, le Autorità maltesi potrebbero richiedere la quarantena obbligatoria per un periodo più lungo.

Si segnala che le Autorità maltesi si riservano il diritto di tracciare tutti i contatti diretti di individui positivi al COVID-19. In tale eventualità, sia gli individui positivi che i contatti diretti saranno isolati in quarantena, in strutture selezionate dalla Autorità maltesi, per la durata di circa 14 giorni o piu'. La quarantena può essere revocata esclusivamente a seguito di un doppio tampone PCR con esito negativo. Alla luce di casi già rilevati, si segnala che in tale eventualità i costi di quarantena, i tamponi PCR, i costi del rientro nel Paese di origine e del vitto sono di norma a carico degli interessati.

3) In considerazione delle varianti COVID-19, non sono ancora consentiti viaggi non autorizzati ad alto rischio da e per Bangladesh, Brasile, India, Nepal, Pakistan, Filippine e Sudafrica. Non sono altresì consentiti i viaggi non autorizzati da e verso i paesi elencati nella lista rossa dalle Autorità maltesi, a meno che i viaggiatori non abbiano trascorso almeno i 14 giorni precedenti in uno dei paesi elencati nella lista Ambra prima di raggiungere Malta.

Per accedere alle liste ambra/rossa aggiornate, visitare: https://www.visitmalta.com/en/covid-19/  oppure https://www.maltairport.com/covid19/arrival/#TB 

Per contattare direttamente le autorita' sanitarie maltesi e' possibile telefonare all'International Covid Helpline: 00356 21324086 attivo 24 ore su 24.

È possibile accedere online alle informazioni relative ai test e ai requisiti di quarantena per i viaggi nei paesi europei all'indirizzo https://reopen.europa.eu/en 

STATO DEI COLLEGAMENTI CON ITALIA: pienamente ripristinati.

INFO PER I PASSENGERI IN TRANSITO: A Malta il transito è consentito solo alle persone che possono dichiarare di aver soggiornato in un Paese del Public Health Corridor (PHC) per le due settimane precedenti il viaggio a Malta.

___________

Da martedi' 1 giugno 2021, qualsiasi viaggiatore (di eta' pari o superiore a cinque anni) in arrivo a Malta (via aerea e via mare) da qualsiasi paese elencato nelle zone ambra, compresa tutta l'Italia, sarà tenuto a presentare un test PCR COVID-19 negativo eseguito non più di settantadue (72) ore antecedenti l'ingresso a Malta, nonché  un modulo di autocertificazione e un modulo di Localizzazione Passeggeri entrambi compilati (Scaribili al seguente link: https://www.maltairport.com/declarationforms/ ).

Il mancato rispetto di quanto sopra comporterà il negato imbarco.

Le persone che non riescono a produrre questo test saranno sottoposte a test PCR obbligatorio e/o quarantena obbligatoria a pagamento.

Tutti gli aggiornamenti sono consultabili al sito https://www.visitmalta.com/en/reopening-airport 

A partire dalla stessa data, i cittadini maltesi completamente vaccinati o i titolari di un permesso di residenza a Malta (ID maltese) possono presentare il certificato di vaccinazione maltese invece del test PCR negativo al ritorno a Malta. Si ricorda che il certificato di vaccinazione maltese (ovvero per coloro che si sono vaccinati a Malta) al momento e' valido solamente per entrare in territorio maltese e si puo' generare dal link https://certifikatvaccin.gov.mt/ solamente dopo 14 giorni dall'ultima dose di vaccino. I connazionali sono invitati a leggere attentamente le FAQ riportate sullo stesso sito ufficiale.

Un certificato di vaccinazione rilasciato in Paesi diversi da Malta sarà accettato solo quando:

(a.) Il passaporto digitale europeo Covid sara' in vigore e attivo;

(b.) Siano stati firmati accordi bilaterali per accettare la certificazione di vaccinazione reciproca tra Malta e un altro paese

Al momento non sono ancora in vigore ne' il Passaporto Digitale Covid UE, ne' accordi bilaterali

Link per scaricare l’autocertificazione e il passenger locator form da consegnare al vettore prima dell’arrivo a Malta: https://www.maltairport.com/declarationforms/  

 

6 MAGGIO 2021 - AGGIORNAMENTO MISURE COVID A MALTA:

Durante la conferenza stampa del Ministro della Salute sono state comunicate le seguenti novità:

Dal 24/05

Apertura ristoranti e snack bar e simili fino a mezzanotte

Piscine aperte fino alle 22.00 ma solo per nuotare (niente abbronzarsi ecc)

Riapertura palestre ma senza attività di gruppo (es. aerobica, zumba ecc)

Riapertura centri per anziani (Day Centre)

Ripresa degli sport di contatto per gli over 17

Dal 01/06

Riapertura del turismo 

Riprendono i matrimoni

Riapertura scuole d'inglese

Niente più mascherina in spiaggia

Dal 07/06

Riapertura cinema e teatri

Riapertura bar e circoli

Ripresa di tutte le attività sportive

Riapertura Summer Schools

 Rimangono in vigore le seguenti misure:

- Obbligatorio l’uso della mascherina all’aperto - eccetto durante l’attivita’ sportiva – e in tutti gli spazi pubblici chiusi
- La chiusura dei locali, ristoranti e altri esercizi di ristorazione tranne per servizio da asporto
- Eventi in abitazioni private limitati a partecipanti provenienti da non piu’ di due nuclei familiari mentre gli eventi di massa saranno di nuovo vietati, tranne per matrimoni e funerali.
- Gli sport di contatto sono vietati
- Le visite in ospedale sono vietate tranne in casi gravi e con apposito protocollo
- La limitazione ai soli viaggi “essenziali” verso l’Isola di Gozo
- La multa per l’organizzazione di eventi di massa illegali raddoppiata a 6000 euro come la multa di 100 euro per ogni persona in caso di violazione del divieto di eventi in abitazioni private.

3 APRILE 2021:

MALTA: COVID-19. Aggiornamento: L'aeroporto internazionale di Malta e’ aperto ai voli commerciali. E' stato elaborato un elenco di destinazioni che viene aggiornato settimanalmente.

Da lunedì 29 marzo 2021, qualsiasi viaggiatore in arrivo a Malta da qualsiasi paese elencato nelle zone ambra e verde, compresa tutta l'Italia, è tenuto a presentare un test PCR COVID-19 negativo eseguito non più di 72 ore antecedenti l'ingresso a Malta. Le persone che non riescono a produrre questo test devono sostenere il test all'arrivo in aeroporto e, in caso di positività, essere soggette a quarantena. Tutti gli aggiornamenti sono consultabili sul sito del Governo maltese (https://deputyprimeminister.gov.mt/en/health-promotion/covid-19/Pages/travel.aspx).

All’arrivo a Malta, i viaggiatori sono soggetti a screening termici per misurare la temperatura. Le persone in arrivo saranno invitate a compilare un documento con il quale dichiareranno i loro spostamenti nei 30 giorni precedenti. In particolare, verrà chiesta ai passeggeri la conferma di non essersi recati in nessuna nazione al di fuori di quelle elencate.

Anche per questo sono assolutamente sconsigliati gli scali aerei a Malta volti a raggiungere altre località incluse quelle italiane.

 ______

Nell’ambito delle misure di prevenzione del contagio da COVID-19, si segnala che le Autorita’ maltesi avevano chiuso lo spazio aereo dalle ore 23:59 di venerdi’ 20 marzo sino al 1 luglio. Sono stati garantiti i trasporti delle merci, dei servizi umanitari e il rimpatrio di cittadini da e per Malta. Il 1 giugno 2020 un avviso legale (L.N.232) intitolato "Repealing Regulations, 2020" aveva revocato le restanti normative Covid-19 che erano state attuate nei precedenti quattro mesi per contenere la pandemia a Malta.

Si segnala il seguente sito con le informazioni fornite dalle Autorità maltesi circa le misure attuate: https://covid19malta.info/

Le Autorita’ maltesi raccomandano, in caso di esposizione a possibili contagi e in caso di presenza di sintomi di COVID-19, di NON recarsi in ospedale o presso il proprio medico o altre strutture sanitarie, ma di restare nel proprio domicilio e di contattare il numero unico di emergenza +356 111.

Si segnalano anche i seguenti numeri:

+356 111 – per chi ha sintomi di COVID-19 or per ulteriori informazioni
+356 22042200 – per i residenti maltesi presenti in uno dei paesi piu’ a rischio e vogliono rientrare a Malta
+356 22042800 – per i cittadini stranieri che vogliono fare il rimpatrio
+356 80074313/+356 79307307 – per chi ha delle difficolta’ relative alla donazione di sangue
+356 21411411 – per chi e’ in quarantena obbligatoria e necessita generi alimentari e medicine
+356 22944511/22944504 – per segnalare alla Polizia la violazione dei regolamenti riguardanti la Salute Pubblica e il Covid-19
+356 144 – ulteriori informazioni sulle misure del pacchetto finanziario gestito da Malta Enterprise
+356 79747974 – per assistenza legale per i casi di violenza domestica
+356 25981000 – ulteriori informazioni sull’impatto di COVID-19 nel settore dell’istruzione
+356 692447 – ulteriori informazioni sulle misure per i settori turistici e alberghieri
+256 25903030 – per gli anziani privi di sostegno che necessitano medicine, pasti o generi alimentari
+356 25469111 – ulteriori informazioni per chi lavora nel settore del gaming
+356 1772 – helpline per le persone che si sentono sole, isolate o hanno bisogno di condividere le proprie emozioni. Il servizio è fornito 24/7
+356 1770 - helpline per persone con problemi di salute mentale. Il servizio e' fornito 24/7
+356 25451111 – per contattare gli operatori sanitari dell’Ospedale Mater Dei, Ospedale Boffa e Ospedale Sir Anthony Mamo
+356 23645002 – per contattare gli impiegati dell’Assistenza Sanitaria di Base, l’Ospedale di Gozo e l’Ospedale di Mount Carmel
+356 1575 – per gli impiegati che necessitano informazioni su retribuzioni e condizioni lavorative
+356 1576 – per i datori di lavoro che necessitano informazioni su retribuzioni e condizioni lavorative
+356 153 – ulteriori informazioni sulle misure in vigore relative al pacchetto finanziario gestito dal Dipartimento per la Sicurezza Sociale

Per chi si reca in Italia

Cittadini Italiani in rientro dall’estero e cittadini stranieri in Italia

A seguito dell’ordinanza firmata dal Ministero della Salute lo scorso 18 giugno, per l’ingresso in Italia dai Paesi dell’elenco C (Shenghen + Israele) si prevedono i seguenti criteri:

  • Compilare il formulario digitale di localizzazione, denominato anche digital Passenger Locator Form (dPLF). In casi eccezionali, ovvero esclusivamente in caso di impedimenti tecnologici, sarà possibile compilare il modulo cartaceo.
  • Presentare, a chiunque sia preoposto ad effettuarne il controllo, la Certificazione verde Covid, rilasciata o riconosciuta ai sensi dell’articolo 9, comma 2, lett. c), del decreto legge 22 aprile 2021, n. 52 , da cui risulti, alternativamente:
  • avvenuta vaccinazione anti-SARS-CoV-2, con attestazione del completamento del prescritto ciclo vaccinale da almeno quattordici (14) giorni;
  • avvenuta guarigione da COVID-19, con contestuale cessazione dell'isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2;
  • effettuazione, nelle quarantotto (48) ore antecedenti all'ingresso nel territorio nazionale, di test antigenico rapido o molecolare con esito negativo al virus SARS-CoV-2.

I certificati stranieri sono riconosciuti in automatico, purché redatti in italiano, inglese, francese o spagnolo.

I bambini al di sotto dei sei (6) anni di età sono esentati dall’effettuazione del test molecolare o antigenico, ma non dall’obbligo dell’isolamento, ove previsto. I minori di diciotto (18) anni sono esentati dall’obbligo di isolamento (ove previsto) solo nel caso in cui siano accompagnati da un adulto (genitore o altro accompagnatore) in possesso di Certificazione verde Covid.

Attenzione: Fino al 30 luglio, se si fa rientro nel territorio italiano a seguito di permanenza di durata non superiore a 24 ore in località estere situate a distanza non superiore a 60 km dal luogo di residenza, domicilio o abitazione in Italia, tale spostamento non è soggetto all'obbligo di test molecolare o antigenico al rientro in Italia. Se si viaggia con mezzo proprio e non si superano le 48 ore di permanenza all’estero, non è necessario compilare il digital Passenger locator form o un’autodichiarazione. Gli obblighi di dichiarazione citati, previsti dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 2 marzo 2021 e dall’articolo 3 dell’ordinanza del Ministro della salute 14 maggio 2021, come stabilito con Ordinanza 2 giugno 2021 e Ordinanza 18 giugno 2021, restano fermi, invece, in caso si viaggi con mezzo pubblico o per permanenze all’estero superiori alle 48 ore, seppur a distanza non superiore di 60km dal luogo di abitazione/residenza/domicilio.

Gli Ufficiali di frontiera in Italia possono sempre richiedere la compilazione di un’autodichiarazione cartacea all’arrivo.

L’Ordinanza 18 giugno 2021 del Ministro della Salute, che contiene le disposizioni qui indicate, è in vigore dal 21 giugno al 30 luglio 2021.

READ THE ABOVE REGULATION IN ENGLISH

ORDINANZA 18 GIUGNO 2021

_______

Il 14 maggio e' stato firmato un nuovo DPCM contenente ulteriori misure anti contagio valide su tutto il territorio nazionale. Il decreto sostituisce quello precedente del 2 marzo 2021.

Nel caso di soggiorno o transito antecedenti all'ingresso in Italia in uno o più Stati e territori di cui all'elenco C dell'allegato 20, che include Malta, a seguito dell’ordinanza del Ministro della Salute (v. sotto), dal 16 maggio al 30 luglio 2021, e' stato confermato l'obbligo di presentare un'autodichiarazione all’arrivo e l'esito negativo di un test molecolare o antigenico effettuato entro quarantotto ore antecedenti all'arrivo in Italia. In caso di mancata presentazione dell'esito negativo, e' obbligatorio sottoporsi alla sorveglianza sanitaria, un periodo di dieci giorni di isolamento fiduciario e un ulteriore test molecolare o antigenico al termine dei dieci giorni. 

Scarica qui il MODELLO rientro dall'estero 

Scarica qui l'ordinanza del 14 maggio 2021

Scarica qui l'ordinanza 30 marzo 2021

Scarica qui il Decreto del 2 marzo 2021

Scarica qui gli allegato del Decreto del 2 marzo 2021

Di seguito il link alla sezione “domande e risposte” della Farnesina e ai modelli
di autodichiarazione:

https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html 

Link al DPCM 4 dicembre

Da venerdì 6 novembre 2020 era entrato in vigore un nuovo DPCM contenente ulteriori misure anti contagio valide fino al 3 dicembre 2020 sull'intero territorio nazionale. Il decreto sostituiva quello precedente del 24 ottobre e conteneva disposizioni molto più severe per cercare di contenere i contagi da coronavirus. L'Italia e' stata divisa in zone rosse, arancioni e gialle, con divieti diversi per ogni territorio.

Questa e' la lista presente sul sito del Ministero della Salute. 

Questo e' il link alle domande frequenti sulle misure adottate dal Governo. 

Per la lista delle attivita' ammesse a seconda del colore, clicca qui.  

A questo link e’ possibile scaricare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti in tutta Italia. Il modulo dovrà essere consegnato al momento di un eventuale controllo. In tutto il Paese scatta un coprifuoco dalle 22 alle 5 con la necessità di giustificare i propri spostamenti

TESTO DPCM 3 NOVEMBRE 2020

Normative precedenti:

Ordinanza del Ministro della Salute del 13 agosto

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 settembre 

Ordinanza del Ministro della Salute entrata in vigore il 22 settembre

DPCM 14 gennaio 2021M 14 gennaio 2021CM 14 gennaio 2021M 14 gennaio 2021

Allegati al DPCM 14 gennaio 2021


NUMERI UTILI PER ASSUMERE INFORMAZIONI SU EVENTUALI DISPOSIZIONI ADOTTATE DALLE SINGOLE REGIONI:

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?area=nuovoCoronavirus&id=5364&lingua=italiano&menu=vuoto 

Informazioni aggiornate sul Nuovo Coronavirus in Italia disponibili sulla pagina dedicata del Ministero della Salute al seguente indirizzo: http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

APPROFONDIMENTO: RECENTI MISURE ADOTTATE DALLE AUTORITA' ITALIANE  (http://www.governo.it/it/approfondimento/coronavirus/13968)


APPROFONDIMENTO: SITO DEL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI E DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ITALIANO (https://www.esteri.it/mae/it/sala_stampa/archivionotizie/approfondimenti/2020/02/farnesina-al-lavoro-per-una-corretta-informazione-all-estero.html)

APPROFONDIMENTO: CITTADINI ITALIANI IN RIENTRO DALL'ESTERO E CITTADINI STRANIERI IN ITALIA CITTADINI ITALIANI IN RIENTRO DALL'ESTERO E CITTADINI STRANIERI IN ITALIA (https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html)

APPROFONDIMENTO: FUNZIONAMENTO SPORTELLO CONSOLARE – NUOVE MODALITÀ DI RICEZIONE PER EMERGENZA CORONAVIRUS
(https://amblavalletta.esteri.it/ambasciata_lavalletta/it/ambasciata/news/dall_ambasciata/2020/03/avviso-importante.html)

APPROFONDIMENTO: CONSIGLI UTILI (https://amblavalletta.esteri.it/ambasciata_lavalletta/it/ambasciata/news/dall_ambasciata/2020/03/covid-19-informazioni-utili.html)

APPROFONDIMENTO: LINK AI COMUNICATI E AVVISI DELL’AMBASCIATA:

AVVISO IMPORTANTE (12 MAGGIO 2020)

AVVISO IMPORTANTE (29 APRILE 2020)

AVVISO IMPORTANTE (24 APRILE 2020)

AVVISO IMPORTANTE (21 APRILE 2020)

!!! AVVISO IMPORTANTE!!! ULTERIORI OPPORTUNITA’ DI RIMPATRIO!!!

AVVISO IMPORTANTE (8 APRILE 2020)

AVVISO IMPORTANTE (4 APRILE 2020)

AVVISO IMPORTANTE PER QUANTI HANNO CHIESTO DI FAR RIENTRO IN SICILIA

AVVISO A QUANTI HANNO FATTO RICHIESTA DI POTER RAGGIUNGERE LA SICILIA PER MOTIVI DI ASSOLUTA NECESSITA’ ED URGENZA

AVVISO PER QUANTI HANNO ESPRESSO LA VOLONTA’ DI RIENTRARE IN SICILIA - AGGIORNAMENTO (26 marzo)

AVVISO PER QUANTI HANNO ESPRESSO LA VOLONTA’ DI RIENTRARE IN SICILIA (25 marzo)

Avviso importante (24 marzo)

Covid- 19 Informazioni utili

Avviso importante (19 marzo)

AVVISO IMPORTANTE A QUANTI HANNO NECESSITA' ED URGENZA DI FAR RIENTRO IN SICILIA (18 MARZO)

IMPORTANTE AGGIORNAMENTO (17 marzo)

AVVISO IMPORTANTE (16 marzo)

Avviso Importante (15 marzo)

ANNUNCIO IMPORTANTE PER I CONNAZIONALI RESIDENTI A MALTA CHE VOGLIONO FARE RIENTRO SULL'ISOLA DALL'ITALIA (13 MARZO)

AVVISO IMPORTANTE (13 MARZO)

Avviso importante (12 marzo)

Avviso importante (12 marzo)

Avviso importante (11 marzo)

Avviso importante (11 marzo)

Avviso importante (10 marzo)

Avviso importante (10 marzo)

Avviso importante (10 marzo)

Avviso importante (10 marzo)

AVVISO ALL’UTENZA – NUOVE MODALITÀ DI RICEZIONE PER EMERGENZA CORONAVIRUS (9 MARZO)

Avviso Importante - Maratona Gig Malta (28 febbraio)

COVID - 19, misure adottate dal governo maltese (26 febbraio)

banner coronavirus

all. 2 opuscolo



Luogo:

992